Esame di Stato 2019

 

In questa sezione/ book dedicata all'Esame di Stato secondo le nuove norme introdotte con il Decreto Legislativo n. 62 del 13 aprile 2017, e con le aggiunte e modifiche successive, la Redazione si propone di monitorare le innovazioni seguendone passo passo la traduzione operativa e proponendo di apritre  un dibattito sulle stesse

Verso l'Esame di Stato 2019

Forum: 

Pensiamo di rendere un servizio utile ai colleghi pubblicando materiali prodotti dalle scuole in vista degli Esami di Stato del 2019, nei quali si registrano modifiche significative per quanto riguarda sia le prove scritte che il colloquio.

Apriamo questo Forum con la pubblicazione della Griglia elaborata in seno al Dipartimento di Scienze Umane del Liceo "Emilio Ainis" di Messina, coordinato dalla professoressa Josette Clemenza. La griglia è stata adottata per la simulazione della seconda prova d'esame del Liceo delle Scienze Umane, opzione Economico-Sociale (LES), e con essa si è cercato di superare la semplice e tautologica riproduzione dei giudizi verbali mediocre, sufficiente, buono.

Certamente sarebbe necessaria una più ampia discussione sulla tassonomia e sulla corrispondenza tra indicatori e valore;  tuttavia  gli indicatori e i descrittori forniti dal Miur in maniera casuale e meccanica, se opportunamente declinati possono aiutare a valutare in modo più oggettivo la prova.

Invitiamo tutti i colleghi ad arricchire il confronto inviando commenti, suggerimenti e materiali.

Auguri ai 'maturandi' !

 

 

Hanno inizio il 19 giugno gli Esami di Stato per questo anno scolastico 2018-19.

Studenti e docenti si confronteranno con le modalità di prova previste dalla nuova normativa di cui diamo nuovamente qualche cenno: 

Per la prova di Italiano :

Tipologia A «Analisi e interpretazione di un testo letterario italiano, compreso nel periodo che va dall'Unità d’Italia ad oggi. Saranno fornite due tracce che possano coprire due ambiti cronologici o due generi o forme testuali».

L'analisi dei testi letterari in versi e in prosa è da tempo un punto fermo della prima prova dell'esame di Stato. Con la più recente normativa sono state portate a due i testi alternativi da proporre agli studenti, ed è stato anche in parte modificato l'apparato laboratoriale.

Tipologia B. «Analisi e produzione di un testo argomentativo. La traccia proporrà un singolo testo compiuto o un estratto sufficientemente rappresentativo ricavato da una trattazione più ampia, chiedendone in primo luogo un'interpretazione/comprensione sia dei singoli passaggi sia dell’insieme. La prima parte sarà seguita da un commento, nel quale lo studente esporrà le sue riflessioni intorno alla (o alle) tesi di fondo avanzate nel testo d’appoggio, anche sulla base delle conoscenze acquisite nel suo specifico percorso di studio» .

Questa tipologia si configura come nuova, anche rispetto alla consolidata proposta del Saggio Breve. Non si tratta infatti di invitare lo studente a prendere come riferimento un documento (o più d'uno, come avviene per il Saggio Breve), e trarne spunto per 'dire la propria' in merito, ma sono richiesti maggiore rigore e aderenza al testo proposto. Il quale dev'essere analizzato (con l'aiuto di alcuni quesiti), riassunto e commentato. Sulla tematica lo studente è infine sollecitato a produrre un testo argomentativo coerente e coeso. 

Tipologia C. «Riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità. La traccia proporrà problematiche vicine all’orizzonte esperienziale delle studentesse e degli studenti e potrà essere accompagnata da un breve testo di appoggio che fornisca ulteriori spunti di riflessione. Si potrà richiedere al candidato di inserire un titolo coerente allo svolgimento e di organizzare il commento attraverso una scansione interna, con paragrafi muniti di un titolo».

Questa prova occupa, per così dire, il posto del tradizionale 'tema', dando ancora una volta rilievo alla tipologia testuale, in direzione della produzione di un testo espositivo-argomentativo, secondo le buone norme che lo governano, compresa la titolazione e la scansione in paragrafi.

Per la seconda Prova, diversa a seconda dell'indirizzo, la novità consiste nel taglio trasversale che essa comunque  assume, investendo l'ambito  di due discipline  e coinvolgendo gli studenti in un lavoro di comparazione e collegamenti intra ed interdisciplinari  (Latino/Greco: Matematica/Fisica, Scienze Umane/Economia, ecc.). 

La terza prova, come è noto, è stata abolita,  mentre gli studenti hanno dovuto affrontare le Prove INVALSI entro la fine dell'anno scolastico.

Abbastanza denso di incognite, infine, il colloquio, che, abbandonata la tradizionale 'tesina', proporrà al candidato "di analizzare testi, documenti, esperienze, progetti, problemi per verificare l'acquisizione dei contenuti e dei metodi propri delle singole discipline, la capacita' di utilizzare le conoscenze acquisite e di collegarle per argomentare in maniera critica e personale anche utilizzando la lingua straniera. Nell'ambito del colloquio il candidato espone, mediante una breve relazione e/o un elaborato multimediale, l'esperienza di alternanza scuola-lavoro svolta nel percorso di studi ... Il colloquio accerta altresi' le conoscenze e competenze maturate dal candidato nell'ambito delle attivita' relative a «Cittadinanza e Costituzione»".  Il tutto a partire dalle fatidiche 'buste' che saranno state predisposte dai docenti ...

Sappiamo che le scuole hanno lavorato tantissimo per far fronte in modo adeguato alle nuove esigenze e mettere i ragazzi nelle migliori condizioni possibili. Anche le simulazioni promosse dal MIUR saranno sicuramente servite a diradare l'eccessiva ansia per le 'novità' e familiarizzare con le modalità inedite da affrontare.

A questo punto non ci resta che augurare ai colleghi e agli studenti impegnati negli Esami di poter cogliere copiosi frutti del loro lavoro.

AI NOSTRI RAGAZZI, AUGURI PER QUESTA IMPORTANTE TAPPA DELLA LORO VITA!!!

 

Maturità 2019 : Al primo giro di boa...

Si stanno concludendo gli Esami di Stato "nuova versione". Ci eravamo ripromessi di aprire un dibattito in proposito e di seguirne la 'messa in opera' con sguardo attento e scevro di preconcetti.

Sollecitiamo adesso i contributi dei colleghi che li hanno vissuti in prima persona con i propri studenti.

Intanto il CTS di SISUS unanime ha espresso un giudizio positivo sulla seconda prova del Liceo delle Scienze Umane e dell'opzione Economico Sociale, con un comunicato che attende tuttavia ulteriori interventi.

In particolare vorremmo aprire la discussione sul colloquio, che sicuramente ha suscitato e suscita notevoli perplessità, e che non pare sia stato seguito e 'accompagnato' dal MIUR con la stessa attenzione riservata alle prove scritte.

Se questo è stato un anno di 'rodaggio', ci auguriamo che se ne traggano i necessari approfondimenti e si dia ascolto alla voce delle scuole adottando, ove occorra, interventi migliorativi e correttivi

Scienze Umane e LES : Buona la ... seconda!

La seconda prova scelta per il Liceo delle Scienze Umane e per l'opzione Economico Sociale risulta profondamente aderente al curricolo degli indirizzi e ricca di stimoli e riferimenti al dibattito contemporaneo sui temi pedagogici ed economico sociali.

La scelta di prove come queste è il segnale di un lavoro pregresso di condivisione e dialogo con le reti delle scuole svolto dal Miur.

Apprezziamo molto anche la struttura della prova e il percorso di accompagnamento alle scuole svolto nei mesi passati che ha consentito agli studenti e ai docenti di affrontare con serenità l'esame.

Auspichiamo che il Miur continui e rafforzi il lavoro sull'esame di stato insieme alle reti di scuole e alle associazioni disciplinari.

In tal senso ricordiamo qui il contributo importante del progetto Les - Rete dei licei economico sociali, della rete Felicitas promossa da Gioia Di Cristofaro insieme ai licei del Lazio e di Sisus per la didattica per competenze nella filosofia insieme a Carla Guetti del Miur.