In tanti per il LES

 

Le presenze numerosissime e attive dei partecipanti all'incontro di lunedì 10 luglio scorso sono una viva dimostrazione dell'interesse sempre crescente intorno alla vexata quaestio  della istituzione del Liceo del Made in Italy così come previsto dal disegno di legge del Governo presentato nel mese di maggio 2023, e cioè previa la soppressione del Liceo Economico Sociale dal panorama della scuola italiana.

SISUS, che da subito ha preso una posizione chiara e netta a favore del LES, unico a contemplare nel suo curricolo le Scienze Sociali, ormai indispensabili all'educazione del cittadino per la lettura della società contemporanea globalizzata, si è tra l'altro fatta promotrice di questo incontro che ha accomunato docenti della scuola e dell'università, politici e sindacalisti, in tanti mossi da un comune interesse.

Malgrado infatti le naturali e comprensibili sfumature nelle posizioni di chi è intervenuto - sia tra i relatori che tra i partecipanti, a voce e in chat -  la difesa del LES e le istanze per il suo mantenimento sono state  unanimi, come si può constatare sia rivedendo l'incontro nelle sua registrazione che leggendo la chat e il sintetico report qui di seguito. >> leggi tutto

Sisus a difesa del LES

 

Domenica 9 luglio la presidente Maria Teresa Santacroce è stata invitata alla trasmissione di Canale Italia per illustrare la posizione di Sisus nel dibattito in corso sulle conseguenze del ddl del “ Made in Italy”  a scapito del Liceo Economico Sociale, di cui prevede la chiusura. 

L’interessante dibattito si può rivedere QUI >> leggi tutto

I docenti a difesa delle Scienze Sociali e del LES

 

Mentre il nostro appello registra l'adesione di più di duemila firmatari, la preoccupazione cresce, come anche gli appelli per una riflessione più approfondita, ed un'altra petizione è stata lanciata da Change.org.

Sulla paventata eliminazione delle Scienze Sociali e del Liceo Economico Sociale dal panorama della scuola italiana si mobilitano intanto i docenti di moltissime scuole, in tutta Italia, come singoli e anche nei loro organi collegiali, dipartimenti, collegi, consigli.

Pubblichiamo e facciamo nostro il documento di un componente 'storico' di SISUS, Paolo Cinque, già docente di Filosofia e Scienze Umane, che ben interpreta il nostro sbigottimento e al contempo richiama con chiarezza e lucidità le motivazioni di natura storica e culturale che sono alla base di questa nostra battaglia. >> leggi tutto

Pagine